Immagine pagina Giurisprudenza

Giurisprudenza

Una raccolta sistematica e costantemente aggiornata della principale giurisprudenza in materia di accesso civico generalizzato

Sentenza Tar

TAR Puglia, Sez. I, Bari, 24-05-2018, N. 752

Nonostante l’aspetto formale, un’istanza di accesso civico generalizzato volta a richiedere la documentazione relativa ad un procedimento di riconoscimento dell’invalidità è da considerarsi, sotto un profilo sostanziale, più rispondente alle finalità…
Rapporto fra tipologie di accesso
Riqualificazione
Sentenza Tar

TAR Puglia, Sez. II, Lecce, 21-05-2018, N. 839

Nei casi relativi alla tutela di “interessi privati”, l’amministrazione non può respingere la domanda senza fornire un’adeguata motivazione al diniego – come invece è ammesso nei casi di cui al comma 3 in materia di segreto di Stato e di altri casi…
Controinteressati
Sentenza Tar

TAR Veneto, Sez. I, 17-05-2018, N. 536

Nel caso in cui la documentazione inviata dall’amministrazione non sia completa ed esaustiva rispetto alla richiesta di accesso civico generalizzato, la risposta dell’amministrazione deve intendersi come diniego o silenzio-rifiuto implicito da…
Termine per il ricorso giurisdizionale
Richiesta reiterata
Sentenza Tar

TAR Lombardia, Sez. III, Milano, 16-05-2018, N. 1286

A fronte di una richiesta di accesso civico generalizzato riguardante dati già pubblicati, cui tuttavia non ha fatto seguito alcun riscontro, sussiste l’obbligo per l’amministrazione di concludere il procedimento con un provvedimento espresso…
Obbligo di conclusione
Pubblicazione proattiva
Sentenza Tar

TAR Lazio, Sez. II-TER, Roma, 04-05-2018, N. 4977

Nel caso in cui l’istante si riveli disponibile a precisare e circoscrivere una richiesta di accesso eccessivamente onerosa, l’amministrazione è tenuta a ricercare una soluzione consensuale con il medesimo al fine di contemperare, alla luce dei…
Dialogo cooperativo
Eccezioni
Richiesta eccessivamente onerosa
Sentenza Tar

TAR Lombardia, Sez. II, Milano, 23-04-2018, N. 1065

È inammissibile il ricorso avverso il diniego di accesso agli atti inerenti pratiche edilizie relative ad un novero ben preciso di immobili, per omessa notifica ad almeno uno dei controinteressati. Infatti, poiché il riferimento puntuale ai mappali…
Controinteressati
Sentenza Tar

TAR Campania, Sez. VI, 23-04-2018, N. 2659

La mancata impugnazione del rigetto opposto da un’Università a una istanza di accesso generalizzato inerente alle autorizzazioni rilasciate ad alcuni professori per ricoprire incarichi esterni, non implica l’impossibilità da parte dello stesso…
Rapporto fra tipologie di accesso
Sentenza Tar

TAR Sicilia, Sez. III, 06-04-2018, N. 796

Lo spirito dell’accesso civico è quello di consentire la verifica dell’attività di una pubblica amministrazione e non solo di quella che si concretizza con l’adozione di provvedimenti finali. In questa prospettiva, non vi è ragione di ritenere…
Oggetto
Atti interni
Sentenza Tar

TAR Lazio, Sez. III-TER, Roma, 30-03-2018, N. 3567

L’art. 2-bis, co. 3 del D.lgs. n. 33/2013, facendo rinvio al D.lgs. n. 175/2016 (recante il testo unico in materia di società a partecipazione pubblica), ha inteso valorizzare la specialità delle “società quotate”, destinatarie di autonoma…
Ambito soggettivo
Sentenza Tar

TAR Lazio, Sez. III-BIS, Roma, 30-03-2018, N. 3598

È legittimo il diniego opposto dall’amministrazione alla richiesta di accesso a relazioni, appunti, informative e altri documenti analoghi, che non hanno assunto natura provvedimentale né si sono trasfusi in atti ufficiali, neppure in fase…
Oggetto
Atti interni

*La presente raccolta di massime in materia di accesso civico generalizzato è il frutto di una attività di approfondimento, studio, analisi anche interpretativa e ricerca svolta dagli esperti giuridici nell’ambito del Progetto Centro di competenza FOIA -J54F18000000007  – finanziato nell’ambito del PON “Governance e capacità istituzionale” 2014-2020. Pertanto, le massime elaborate e pubblicate  non intendono sostituire né quelle corrispondenti ed elaborate nell’ambito di banche date giuridiche a ciò deputate, né tanto meno sostituire l’organo emanante nell’individuazione del precetto. Tale attività mira a fornire uno strumento di supporto nell’analisi e nella lettura delle pronunce emanate in materia.